Pubblicato il

HIFISHOP diventa HIFIRECORD: festeggia con noi sabato 1 ottobre 2016

hifi record logo declinazione.indd

Ciao,

dopo quasi tre anni di attività, ho sentito la necessità di cercare di fare un ulteriore passo in avanti ampliando, spero in maniera interessante, la proposta di dischi in vinile usati e da collezione, sia 33 che 45 giri, ma anche CD con moltissimi titoli particolari e di non di facile reperibilità.

La musica è l’essenza per ogni audiofilo e mi sembrava giusto dedicarci uno spazio più ampio in modo di poter offrire una proposta musicale degna di interesse.

Sono oltre 6000 i titoli disponibili in negozio e spaziano in tutti i generi musicali, sempre con una piccola predilezione per il jazz.

Visto questo importante cambio di passo ho pensato di modificare il nome del negozio da HifiShop in HifiRecord che meglio esprime il nuovo assetto HIFI DISCHI CD, ovviamente senza perdere mai di vista l’alta fedeltà.

A breve saremo on line con il nuovo sito www.hifirecord.it  mentre la pagina Facebook è già attiva qui 

Ti aspetto sabato 1 ottobre 2016 dalle ore 17.00  per festeggiare il nuovo reparto dischi e CD con un piccolo rinfresco ed un DJ Set dell’amico DJ Alberto Martin

grazie per l’attenzione, a presto

Mirco

hifi record logo declinazione.indd

 

Pubblicato il

Stato dell’arte: Finale di potenza HALCRO DM-38

halcro dm-38 con tannoy westminster royal se da hifishop padova

Non capità spesso di avere tra le mani (e poterla ascoltare in santa pace) qualche elettronica high end che appartiene a quella piccola schiera di prodotti considerata “mitica” da molti appassionati di audio.

Halcro appartiene a pieno titolo a questa piccola elite ed è un marchio che si è fatto conoscere per il livello quasi esoterico dei suoi amplificatori a stato solido tanto che nel 2002 la rivista Stereophile definiva “Best amplifier ever” il DM58, primo modello a cui fecero seguito i due monofonici DM-88 e il DM-38 di cui parlo oggi.

L’impostazione progettuale è volta ad ottenenere prestazioni eccellenti ed alta efficienza con una elevata erogazione di corrente in grado di pilotare diffusori di ogni tipo compresi quelli elletrostatici punto debole di molti amplificatori.

Arriva imballato in una cassa di legno molto pesante (85kg) che lo protegge egregiamente da possibili danneggiamenti durante il trasporto.

La forma estetica è futuristica, un po’ aerospaziale, assomiglia ad una grande lettera H e da subito l’idea di trovarsi difronte ad un amplicatore di potenza con le palle.

Una volta sfilato il coperchio si può estrarre il DM-38 che con i suoi 55 Kg da subito un certo senso di solidità e stabilità.

halcro_1

La parte di alimentazione che è contentuta in una scatola cubica posizionata nella parte bassa dell’apparecchio e rappresenta “giustamente” il primo punto di forza di questo progetto; la cura dei componenti e la netta separazione fisica dalla parte di amplificazione garantisce una riduzione drastica delle interferenze.

hadro_dm58_interno

I due giganteschi alettoni laterali offrono una dissipazione del calore pressochè perfetta, anche dopo 20 ore di funzionamento ininterrotto a buoni livelli di potenza la macchina è poco più che tiepida.

La parte di potenza è contenuta su una seconda scatola cubica posizionata sulla parte superiore e sul retro sono disponibili gli ingressi ( bilanciati e sbilanciati) ed i morsetti per il collegamento dei diffusori.

halcro_3

A questo punto direi di collegarlo e sentire come se la cava con le Tannoy Westminster Royal SE che in quanto a esigenze non sono poi così facili da soddisfare.

Eccoci qui pronti per la prova del nove, si parte con un po’ di jazz…

20160630_174815_HDR

  1. Guido Santoni Trio “Fit to play” Artesuono ART122
  2. Gaia Cuatro “Haruka” ABeat
  3. Herbie Hancock “Maiden Voyage” SACD
  4. Allan Taylor “Leaving at dawn”
  5. Patricia Barber “Companion”

 

Poi è arrivato l’amico Frank e siamo passati al Live in Toronto dei King Crimson….

Eh si, rispetto al mio finale autocostruito da 25 watt in classe A/AB la spinta si sente proprio bene, tutto è più grande e spaziale, il dettaglio sulle medie e alte frequenze è molto bello, il basso è fermo e potente….

Alla prossima 😉

 

 

 

 

Pubblicato il

Elenco elettroniche, sorgenti e diffusori usati al 24/06/2016

akai gx-650d

Elenco elettroniche, sorgenti e diffusori usati aggiornato al 24.06.2016

Segnalo in neretto i prodotti che secondo la mia opinione sono i più interessanti come rapporto qualità/prezzo

ELETTRONICHE – SORGENTI DIGITALI

  1. Pre PHONO DRIVE mc/mm settabile + LINE DRIVE Pre Passivo “The Mod Squad” (da intenditori) finitura black con imballo e manuali € 700

  2. Finale stereo NAIM NAP-200 anno 2008 con imballo e manuali, condizioni eccellenti, finitura black € 1.400

  3. Finale Lector Ibrido VM-150 € 600 (ottimo abbinamento con Pre “The Mod Squad” LINE e PHONO DRIVE)

  4. Integrato a valvole TAC-88 appena rivalvolato come nuovo, perfetto € 800

  5. Integrato Teac 2x110w AR-610  € 220

  6. Pre Naim NAC 72 € 450

  7. Lettore Denon DCD-655 champagne controllo velocità € 250

  8. Trittico CYRUS composto da Pre 7.5 + Finale Smart Power + Lettore cd DAD1  – telecomando  € 800

    pre 7.5 - finale smart power - lettore cd dad1
    pre 7.5 – finale smart power – lettore cd dad1
  9. Lettore CD Rotel RCD-930 AX nero € 240

  10. Ampli cuffia – preamplificatore valvolare Xiang Sheng 708-B silver € 200

  11. Keewood Pre Basic 1 + Finale Basic M1-A finitura black € 300

  12. Amplificatore 2×50 W Onkyo con telec. finutura silver € 150

SORGENTI ANALOGICHE

  1. Giradischi vintage REVOX tangenziale B 790 compl. revisionato con testina REGA Carbon MM in ottime condizoni € 350

  2. Giradischi Thorens TD-125 restaurato con nuovo plinto in corian antirisonante, braccio Jelco SA-750, cablaggio Linz, teca in plexiglass dedicata, suono interstellare € 1.590

  3. Giradischi Technics SL-3310 in ottime condizioni € 250

  4. Giradischi Akai AP-100 traz. diretta completo di testina € 150

  5. Registratore a bobine professionale AKAI GX-650D 3 motori 2 capstan con teca plexiglass, perfetto € 950

  6. Piastra cassette DUAL C846 finitura platino – vu-meter € 140

  7. Piastra cassette Technics M45 silver € 70

  8. Piastra cassette doppia Sherwood € 50

akai gx-650d
akai gx-650d

SINTONIZZATORI – SINTOAMPLIFICATORI

  1. Sintoamplificatore Luxman RV-387 sistema 5.1 € 250

  2. Sintonizzatore AM/FM digitale Technics ST-S3 € 80

DIFFUSORI

  1. Klipsch Cornwall III mogano anno 2014 con imballi originali € 3.100

  2. Tannoy Westminster Royal SE 2014 ex demo – occasione unica € 19.900

  3. ENERGY canale centrale € 150 –  HECO subwoofer € 150

  4. INFINITY Reference Kappa 6 vintage 3 vie da pavimento in condizioni ottimali € 500 disponibili anche due supporti da pavimento in metallo molto belli e robusti € 100

  5. LINN KAN con stand originali molto belle € 550

  6. B&W DM 610 due vie da scaffale finitura noce € 200

  7. Elettrostatiche Audio Static ES-300 h. 200 cm pannelli in ottime condizioni € 2.500

  8. Diffusori Diapason Dialogue 2 vie finitura legno – bookshelf di qualità – € 500

Pubblicato il

Elettrostatiche Audio Static ES-300

20160621_165618_HDR

Ecco un bell’esempio di diffusori elettrostatici ben suonanti che offrono la piacevolezza del suono unico e spaziale non ritrovabile nei diffusori tradizionali.

La olandese Audio Static verso la fine degli anni 90 aveva progettato e realizzato questo diffusore modello Es-300 che rispetto ai modelli analoghi dei soliti nomi noti come Martin Logan e Magnepan suonava decisamente bene forse anche meglio.

Se le confrontiamo con la produzione attuale potremmo rapportarle alle Magnepan 3.7 che sono sicuramente un po piu’ performanti ma costano oltre 8.000 euro mentre questa coppia usata in condizioni eccellenti e perfettamente suonante la portate a casa con 2.500 euro cioè a meno di un terzo.

Se passate in negozio ve le faccio sentire dal vivo 😉

 

20160621_164018_HDR20160621_164623_HDR
20160621_164629_HDR

 

Pubblicato il

Registratore a bobine AKAI GX-650D

akai gx-650d

Tra gli ultimi arrivi questo interessante registratore professionale a bobine AKAI modello GX-650D

In perfette condizioni funzionali ed estetiche, controllato e revisionato, questo modello è dotato di tre motori e di doppio capstan ne fanno uno dei migliori apparecchi della produzione AKAI degli anni 90.

Per maggiori informazioni contattate il negozio 049.9877480

 

Pubblicato il

Musica liquida – 3 parte

dac retro

La terza parte di questa mia breve guida di introduzione alla musica liquida riguarda il DAC, l’apparato che si interessa della conversione dei file audio dal formato digitale (file) al formato analogico (segnale audio).

In questi ultimi cinque anni l’evoluzione dei microchip che svolgono la funzione di conversione è stata impressionante, specie se si guarda alla quasi immobilità del ventennio 1990-2010 dove le novità erano state veramente poche.

Alcuni produttori come la Burr-Brown, la Wolfson o la Cirrus, ma anche altri meno noti, hanno sfornato chip in grado di effettuare la conversione di file ad altissima risoluzione come il DSD a 5,6 MHz oppure il PCM con profondità di 24 bit, a costi molto contenuti e questo ha permesso a molti produttori di elettroniche lo sviluppo di un’ampia gamma di modelli di DAC, a partire da qualche decina di euro fino a qualche migliaia di euro.

Il DAC solitamente dispone di uno o più ingressi digitali: tra questi il più importante è quello USB che viene utilizzato per collegarlo al computer che deve essere Asincrono 2.0.

Altri ingressi digitali sono quello coassiale e quello ottico che vengono solitamente utilizzati per collegare i lettori di CD un po’ datati in modo di utilizzare il converitore del DAC per migliorare la resa sonora dei CD (in pratica del lettore CD si utilizza la sola meccanica di lettura cd)

Per districarsi in questo marasma di offerte e scegliere una soluzione valida per il proprio impianto hifi, il mio consiglio è quello di tenere in considerazione questi fattori:

  1. puntare ad un chip di conversione abbastanza recente e collaudato, il prezzo è più abbordabile rispetto all’ultimissimo chip appena rilasciato; ad esempio in questo momento il Cirrus CS4398 oppure il Burr Brown PCM1795 sono già degli ottimi punti di riferimento. Troverete DAC con lo stesso chip a prezzi molto diversi tra loro: non preoccupatevi perchè questo è normale, in un DAC il costo del chip rappresenta solo una parte del costo complessivo e spesso neanche la maggiore;
  2. per questo un altro elemento molto importante da considerare è lo stadio di alimentazione che per i DAC è decisamente un fattore critico, per cui meglio priviligiare DAC con un buon trasformatore interno toroidale o con eventuale unità di alimentazione dedicata e separata, a quelli con il semplice trasformatore esterno a bassa tensione;
  3.  infine è molto decisiva la qualità costruttiva dello stadio analogico; sono preferibili i DAC che offrono uscite analogiche sia bilanciate (XLR) che sbilanciate (RCA), di solito sono segnale di una particolare attenzione e cura costruttiva, rispetto a quelli che hanno solo quelle sbilanciate.
  4.  per ultimo verificate se possibile la qualità dei driver per il collegamento al computer: sotto Windows meglio i driver ASIO mentre per MAC verificate con attenzione che il sistema operativo OS X che avete sia compatibile con il DAC che decidete di acquistare

L’ultimo tassello della catena di riproduzione della musica liquida riguarda il Player che utilizzerò per riprodurre i miei file audio dal computer al DAC.

Tenete presente che alcuni player sono “castrati” nel senso che per la loro architettura software interna non riescono a riprodurre correttamente file con profondità maggiore di 16 bit e con risoluzione maggiore di 44,1 Khz (in pratica la qualità dei CD Audio)

Tra questi troviamo ad esempio iTunes o Windows Media Player.

Per mia esperienza pratica consiglio di utilizzare JRiver sia su Mac che su Windows.

Anche Foobar in ambiente Windows e Audirvana su Mac sono buoni player che supportano risoluzioni fino al DSD e profondità a 24/32 bit .

 

Pubblicato il

Un buon trittico per iniziare: Cyrus Pre+Finale+CD

pre 7.5 - finale smart power - lettore cd dad1

Ecco un bel trittico della serie Cyrus (Mission) composto da

  • Pre 7.5
  • Finale stereo Smart Power 2×60 watt RMS
  • Lettore CD DAD1
  • completo di telecomando e cavi per i diffusosori

Sono tre componenti di qualità, usati ma in ottime condizioni estetiche e funzionali, ideali per chi vuole farsi un primo impianto hifi.

Prezzo del trittico € 800

Ottima soluzione anche come secondo impianto visto che possono pilotare anche diffusori a bassa sensibilità.

Oggi li proviamo con le Kan della Linn e vediamo cosa succede….

P.S: la prova con le Linn Kan non è andata molto bene, per questo tipo di diffusore serve molta più corrente

Nettamente meglio con le Diapason Prelude o con le piccole ma tostissime Q Acoustics Concept 20

 

Pubblicato il

Offerte ex-demo negozio con garanzia 02/06/2016

xpreax220

Elenco componenti HIFI ex-demo negozio

Si tratta di elettroniche, sorgenti digitali, analogiche e diffusori, provenienti da esposizione nel nostro negozio di Padova – solitamente chiamati prodotti ex-demo – che proponiamo a condizioni uniche e irripetibili.

Essendo stati in esposizione possono avere qualche piccolo segno di usura ma normalmente sono in ottime condizioni, sono completi di imballi originali e di garanzia di 12 o 24 mesi.

ELETTRONICHE e SORGENTI

Advance Acoustic X-Preamp + Finale Stereo X-A160   € 1990

prezzo normale € 3.100

xpreax220

Advance Acoustic Multimedia Player X-Uni  € 750

Prezzo normale € 1.100

x-uni

Giradischi Roksan Xerxes 20 + braccio Artemiz  € 4.500

Prezzo normale € 6.900

xerxes20artemiz

Roksan coppia formidabile

Amplificatore integrato con bluetooth + lettore CD Oxygene € 4.500

componenti hi end senza compromessi con tecnologia “Less is more”

 

oxigen

Lettore di rete Network player Yamaha NP-S2000 High End  € 950

NP-S2000

DIFFUSORI

Tannoy Westminster Royal SE € 19.900

 

il miglior diffusore che sia mai stato realizzato

tannoywest

Klipsch Cornwall III mogano € 3.100

cornwalliii

 

Pubblicato il

Lista usato 02/06/2016

Linn Kan Speakers

Elenco elettroniche, sorgenti e diffusori usati aggiornato al 02.06.2016

Segnalo in neretto i prodotti che secondo la mia opinione sono i più interessanti come rapporto qualità/prezzo

ELETTRONICHE

  1. Pre PHONO DRIVE mc/mm settabile + LINE DRIVE Pre Passivo “The Mod Squad” (da intenditori) finitura black con imballo e manuali € 800
  2. Finale stereo NAIM NAP-200 anno 2008 con imballo e manuali, condizioni eccellenti, finitura black € 1.400
  3. Finale Lector Ibrido VM-150 € 600 (ottimo abbinamento con Pre “The Mod Squad” LINE e PHONO DRIVE)
  4. Integrato a valvole TAC-88 appena rivalvolato come nuovo, perfetto € 800
  5. Integrato Teac 2x110w AR-610  € 220
  6. Pre Naim NAC 72 € 450

SORGENTI ANALOGICHE

  1. Giradischi vintage REVOX tangenziale B 790 compl. revisionato con testina REGA Carbon MM in ottime condizoni € 350
  2. Giradischi Technics SL-3310 in ottime condizioni € 250
  3. Giradischi Technics SL-Q210 traz. diretta con testina nuova audiotechnica € 180
  4. Giradischi Akai AP-100 traz. diretta completo di testina € 150
  5. Giradischi Pioneer PL-112 traz. cinghia € 150

SINTOAMPLIFICATORI AV

  1. Sintoamplificatore Luxman RV-387 sistema 5.1 € 250

DIFFUSORI

  1. Klipsch Cornwall III mogano anno 2014 con imballi originali € 3.100
  2. Diapason Prelude bookshelf finitura noce € 450
  3. ENERGY canale centrale € 150
  4. HECO subwoofer € 150
  5. INFINITY Reference Kappa 6 vintage 3 vie da pavimento in condizioni ottimali € 500 disponibili anche due supporti da pavimento in metallo molto belli e robusti € 100
  6. LINN KAN con stand originali molto belle € 550
  7. B&W DM 610 due vie da scaffale finitura noce € 200
Pubblicato il

Musica liquida – 2 parte

x12_2

Riprendendo quanto ho scritto nella 1 parte , per quanto riguarda la qualità dei file audio il mio consiglio quindi è quello che questi siano almeno di qualità CD ed in formato lossless (FLAC – ALAC), cioè file compressi, in modo di ottimizzare lo spazio di archiviazione su hard disk o memory card, ma senza perdita di informazioni e qualità.

A questo punto si può iniziare a creare la propria libreria musicale e come prima cosa devo decidere quale soluzione tecnica utilizzare per rippare i miei CD e quale applicazione/player utilizzare per riprodurre la musica tramite il DAC sull’impianto hifi.

Le opzioni sono sostanzialmente queste:

A) un computer Windows o Mac, fisso o portatile, purchè dotato di un buon lettore CD

per rippare i CD e taggare i file audio estratti con tutte le informazioni utili consiglio di utilizzare iTunes sempre su Mac ma anche su Windows, la sua funzione integrata di rippaggio è molto curata e precisa

gli unici fattori “negativi”, se così si può dire, sono che devo creare un account Apple e che devo utilizzare il  file lossless ALAC come formato di file audio, mentre quelli “positivi” sono secondo me più dei negativi ed è per questo che ho scelto di utilizzarlo per la mia libreria musicale. Tra questi motivi ci sono che il software iTunes è gratuito, il rippaggio è di qualità e precisione notevole, l’acquisizione dei metadati per la taggatura dei file e degli album è completamente automatica (iTunes usa il suo database mondiale Gracenote per trovare le informazioni e le copertine degli album e devo dire che in molti anni che utilizzo ha trovato oltre l’80% degli album che gli ho fatto rippare dai miei CD)

su Windows posso utilizzare anche le funzioni integrate dei due player più famosi cioè Foobar 2000 o JRiver e utlizzare come formato compresso lossless dei miei file il FLAC

B) in alternativa posso utilizzare il ripping presente su alcuni Music Server come il Cocktail Audio X12 X30 o X40 in questo caso posso scegliere il formato audio sia ALAC che FLAC

imacitunes x12_2

Ad un certo punto i file audio cominceranno ad essere parecchi per cui mi dovrò porre la fatidica domanda: dove li metto e come posso fare delle copie dei miei file (backup) per non perdere tutto il certosino lavoro che ho fatto ?

L’archivio per eccellenza è l’hard disk in quanto offre una notevole quantità di spazio ad un costo molto contenuto tanto che oggi un hard disk da 2 Terabyte costa meno di 100 euro (si parla di Terabyte che sono oltre 1000 Gigabyte 1.000.000 di Megabyte. Se considero che un CD rippato in FLAC o ALAC occupa circa 280/300 Megabyte nel mio hard disk da 2 Terabyte ci potranno stare circa 7000 CD, non male vero ?

Chi ha avuto esperienze nell’informatica come il sottoscritto sa bene quanto sia importante fare le copie dei dati contenuti nei computer, i cosi detti “backup”, per cui consiglio sempre di avere un secondo hard disk capiente almeno come il primo, meglio uno di quelli USB esterni che sono più pratici, in modo di poter fare una copia periodica della propria libreria musicale.

L’hard disk è presente in tutti i computer per cui inizialmente posso usare quello in dotazione sul mio PC ma appena l’archivio crescerà dovrò valutare qualche altra soluzione come un hard disk esterno USB oppure un NAS cioè una unità di memorizzazione dei dati, composta da uno o più hard disk collegati tra loro, collegabile al mio computer via cavo USB e meglio ancora tramite una rete ethernet o anche wifi. Non mi addentro troppo su questo aspetto perchè servirebbe tempo ed alcune basi di informatica per capire bene i vari aspetti di questa soluzione, ma posso dire che è ovviamente la migliore e definitiva per avere la libreria musicale sempre disponibile e sicura.

Adesso che abbiamo preparato un po’ di file audio e siamo pronti per l’ascolto alla migliore qualità possibile dobbiamo dotarci di un apparecchio che trasformi il nostro file audio digitale in un segnale elettrico da far suonare sul nostro impianto hifi, il famigerato DAC  (Digital to Analog Converter).

Nel prossimo articolo vedremo cosa considerare nella scelta di un DAC e quanto sia altrettanto importante la scelta del player che poi utilizzerò per la riproduzione dei file audio.